Spaghetti con melanzana, pomodorini e peperoni cruschi / Spaghetti with eggplant, cherry tomatoes and peperoni cruschi

IMG_9140

Cari Pastaioli,
alcune settimane fa ho comprato a Matera, città che adoro, i “peperoni cruschi”, peperoni dolci essiccati tipici della zona lucana di Senise, di cui io, nordica verace ma non troppo, ignoravo l’esistenza prima che il mio ragazzo mi illuminasse. Si chiamano così (“cruschi” è un termine dialettale) perché sono croccantissimi e sono uno dei prodotti più rappresentativi della Basilicata. Io li ho aggiunti al mio piatto direttamente sbriciolandoli con la mano. Non pensate che abbiano il sapore forte dei peperoni – nel caso in cui questi non vi piacciano – perché i peperoni cruschi sono invece molto dolci e delicati. Eccovi la ricetta degli spaghetti alla chitarra con melanzane, pomodorini e peperoni cruschi. Alla fine ho aggiunto un filo del mio olio extravergine piccante. Un piatto leggero, molto mediterraneo e pure vegan! Che volete di più!? 😉

Ingredienti per 2

140 g di spaghetti alla chitarra
1 melanzana
6 cucchiai di pangrattato
15 pomodorini ciliegini
cipolla tritata q.b. (o scalogno)
olio evo q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.
qualche foglia di basilico
peperoni cruschi
pecorino

Fate riscaldare l’olio e soffriggete la cipolla. Aggiungete la melanzana tagliata a tocchetti e un pizzico di pepe. Lasciate cuocere per 10 minuti aggiungendo di tanto in tanto dell’acqua (la melanzana tende ad assorbirne molta). Aggiungete i pomodorini tagliati a metà o in 4 parti, salate e lasciate cuocere per altri 4-5 minuti.
Nel frattempo portate a ebollizione l’acqua, salate e buttate la pasta e cuocetela al dente.
Durante gli ultimi minuti di cottura della pasta, in una padella a parte mettete due cucchiai di olio e fate rosolare il pangrattato. Scolate la pasta e unitela alla padella del condimento. Saltate per 30 secondi e aggiungete infine il pangrattato. Servite nei piatti con una sbriciolata di peperoni cruschi e una spolverata di pecorino (io ho usato quello sardo). Aggiungete un filo di olio a crudo e decorate con qualche foglia di basilico. Buon appetito!

*********************

Spaghetti with eggplant, cherry tomatoes and peperoni cruschi

Dear Pastaioli,
a few weeks ago in Matera I bought the “peperoni (peppers) cruschi”. These are sweet dried peppers typical of the area of Senise, in Basilicata. They are so called because they are very crunchy and they are one of the most representative products of the region – “cruschi” is a dialect term and it can’t be translated. I added peperoni cruschi crumbling them directly with my hand. Peperoni cruschi don’t taste like the peppers you often use in the kitchen. Their flavour is very delicate and sweet. Here’s the recipe of spaghetti alla chitarra with eggplant, cherry tomatoes and peperoni cruschi. At the end, I added a little of my special spicy chili oil. It’s light, very Mediterranean and also vegan!

Ingredients (2 servings)

140 gr of spaghetti alla chitarra
1 eggplant
6 tbsp of breadcrumbs
15 cherry tomatoes
chopped onion
evo oil
salt
black pepper
basil leaves
peperoni cruschi
pecorino cheese

Pre-heat the oil and fry the onion. Add the eggplant cut into pieces and a pinch of black pepper. Cook for 10 minutes, adding water from time to time (the eggplant absorbs it very quickly). Add the cherry tomatoes cut in half or into 4 pieces, salt and cook for another 4-5 minutes.
In the meantime, bring the water to a boil, add salt and the pasta, and cook al dente!
During the last few minutes put two tablespoons of extra virgin olive oil in another pan and fry the breadcrumbs. Drain the pasta and add it to the pan with the sauce. Sauté for 30 secondos and finally add the breadcrumbs. Serve with crumbled peperoni cruschi, basil leaves and pecorino cheese (I used the Sardinian one). Add a drizzle of olive oil. Enjoy!

IMG_9120

IMG_9124

IMG_9125

IMG_9127

IMG_9130

IMG_9132

IMG_9137

IMG_9142

IMG_9146

IMG_9155

IMG_9160

IMG_9163PLEASE NOTE: © Pasta loves me, (2011). Unauthorized use and/or duplication of this material without express and written permission from this blog’s author and/or owner is strictly prohibited. Excerpts and links may be used, provided that full and clear credit is given to Simona Giacobbi and her Blog with appropriate and specific direction to the original content.

About pasta loves me

Giornalista professionista, laurea in lingue e letterature straniere e un master in Social Communication. Piacentina d’origine, pugliese d’adozione dal 2012, cresciuta a tortelli e gnocco fritto, impara a cucinare in Canada, a Toronto, dove ha vissuto sei anni e dove ha lavorato per il quotidiano italiano Corriere Canadese. Oltreoceano scopre una diversità culinaria etnica senza confini. Da allora la sua vita cambia. Cucina e ristoranti diventano luoghi interscambiabili di idee, progetti, tradizioni e passioni. Ama assaporare, provare, gustare. E fare foto. Conduce su Telenorba e TgNorba24 la trasmissione “I colori della nostra terra”, un programma che parla di ruralità, agroalimentare ed eccellenze enogastronomiche della Puglia. Ha collaborato con I Love Italian Food e il Cucchiaio d’Argento ed è spesso chiamata a far parte di giurie di eventi a carattere enogastronomico e di concorsi legati al mondo della pizza. Recensisce pizzerie per guide cartacee e online. Nel 2011 crea Pasta Loves Me, un blog che parla di lei, di pasta, food e lifestyle. È fondatrice e responsabile di Puglia Mon Amour, un’avventura che vive con gli occhi curiosi di turista e l’entusiasmo di un’innamorata per una terra che regala ogni giorno emozioni, genuinità e solarità. Ha la pizza napoletana nel cuore e tutto quello che rende felice il suo palato. E vive con una certezza: la pizza non le spezzerà mai il cuore.

2 comments

  1. Ahhh………….!!!!!!!!!!!!!! Wish I was eating a plate of this now for my lunch! LOL!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s